PASSIONE CINEMA - COLLEZIONISMO E CULTURA CINEMATOGRAFICA A CENTO - INAUGURAZIONE 7 MAGGIO 2022

"L'Archivio Storico Comunale di Cento, il Liceo Classico Statale Giuseppe Cevolani, come istituto scolastico capofila, la Fondazione Teatro "Giuseppe Borgatti" in collaborazione con l'Istituto F.lli Taddia, il Cinema Don Zucchini, la Sala da Té Solidale e Ascom sono risultati fra i vincitori della X edizione del Concorso bandito dalla Regione Emilia-Romagna "Io amo i Beni Culturali", risultando primi nella sezione Archivi con il progetto "Passione cinema. Collezionismo e cultura cinematografica a Cento".

Un progetto di studio incentrato sulla valorizzazione di un fondo cinematografico privato di un centese, l'ing. Franco Alberti (1927-2018) che, a partire dall'infanzia ha raccolto  locandine, manifesti, gadget, articoli di giornali e pellicole relativi all'attività dei cinema centesi negli aa. 1930-45.

Questo nuovo mezzo di intrattenimento, di cui abbiamo data certa a Cento a partire dal 1910, ha offerto alle masse popolari uno spettacolo economico, più semplice da portare in giro rispetto alle produzioni teatrali, nuovo rispetto ai precedenti mezzi artistici, come libri fotografici o lanterne magiche che raffiguravano immagini statiche o movimenti stilizzati.  

A Cento, nell’arco di quasi 100 anni, sono state aperte diverse sale cinematografiche, alcune di esse presenti solo nella memoria degli anziani; ricordiamo in particolare i cinema gestiti dalla famiglia Grimaldi che dal 1921 al 1927, poi dal 1936 sino al 2009; quelli  gestiti dai fratelli Testoni, il cinema estivo Rex della famiglia Monti, il cinema Roma e quelli estivi della famiglia Maccaferri, i cinema parrocchiali sino all’attuale multisala. Senza dimenticare i cinema nelle frazioni, in particolare Casumaro, Renazzo, Reno Centese, XII Morelli e Bevilacqua.

La mostra vuole ripercorrere la storia del cinema a Cento attraverso i depliant pubblicitari che venivano distribuiti all’ingresso del cinema e le vecchie locandine e manifesti strappati dai muri ancora incrostate di cemento nel retro.

La storia delle sale cinematografiche centesi è una storia che sa di dedizione, amore, culto del luogo di incontro, amplificazione del rapporto umano, accoglienza, generosità; caratteristiche che hanno oltrepassato le guerre, la carestia, le crisi economiche. 

Non va dimenticato che nel corso degli anni, come in un virtuoso scambio reciproco, la Città di Cento ha offerto e continua ad offrire se stessa, le sua vie, i suoi monumenti, i suoi scorci al Cinema e ai grandi registi che qui hanno voluto girare.

La mostra oltre ad essere visitabile presso le sale della Partecipanza verrà allestita come mostra diffusa nei negozi e in alcuni spazi del centro storico.

Apertura della mostra dal 7 maggio al 14 luglio 2022 nei giorni di:

- venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00
- sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 

Ultima modifica il 05-05-2022